Casella di testo:                         Procreazione e propaganda 

Lo scorso 30 gennaio il Santo Padre ha tenuto un discorso ai partecipanti del Convegno internazionale sulla Regolazione naturale della fertilità:
 
> Assistiamo oggi al consolidarsi di una mentalità che, da un lato, appare quasi intimorita di fronte alla responsabilità della procreazione e, dall’altro, vorrebbe come dominare e manipolare la vita. E’ urgente, pertanto, insistere in un’azione culturale che aiuti a superare, in questo ambito, luoghi comuni e mistificazioni, molto spesso amplificati da una certa propaganda...
 
Qualcuno si potrebbe chiedere ...com'è possibile che, con la sola propaganda mass-mediatica, si pilotano le coscienze, si creano le ‘mode’ e si orientano le scelte culturali e familiari (?).
Molto semplice, in merito alle politiche familiari, pensiamo in primo luogo (…senza voler quantificare i costi che una famiglia di medio reddito deve affrontare per un figlio), ...all'aiuto statale elargito alle famiglie in termini monetari, …è pressoché irrisorio (ad esempio, ...insignificante è l'ammontare dell'assegno familiare in busta paga!). 
A ciò si aggiungono elementi non di poco conto, come la precarietà sociale, culturale, morale e religiosa in cui siamo immersi. 
Per questo i genitori ci pensano su mille volte prima di mettere al mondo una creatura - dono immenso di Dio!  

La scelta è faticosa e, a volte fa a pugni con l'egoismo e l'edonismo imperante. 
Un figlio secondo certa mentalità dominante, limita la libertà di fare e di pensare, costa "un occhio della testa", da solo grattacapi e preoccupazioni ecc.. 

Se solo si assiste alla pubblicità odierna proposta in maniera martellante, dove il bambino piange sempre, ti sporca l'auto, ...e ti stressa fino all'esaurimento, ...mentre gli stessi bimbi si trasformano poi, quasi per incanto, col viso radiante, felici e sorridenti quando si tratta di invogliare all'acquisto di biberon, biscottini, passeggini, ecc., oppure giocattoli e collezioni di carte da gioco (...a dir poco mostruose), ...ecco che il dato è tratto: i bambini sono usati come straordinario mezzo commerciale pubblicitario ...mah, ...comunque è meglio non farli!

Così può capitare che i poveri piccoli inconsapevolmente vengano su, tra mille imputs disorientanti, tendenti a soddisfare le loro bramosie in merendine, vestiti, giochi e tante altre cose inutili; facendone degli irresponsabili viziosi, che non amano il sacrificio e sono eternamente insoddisfatti, perché abituati ad avere tutto e subito!
 
Poi c'è l'altra faccia della medaglia, ...i genitori che vogliono un figlio a tutti i costi, ma non accettano altre vie, come l'adozione e, …per questa legittima aspettativa fanno il "giro del mondo", affidandosi ai nuovi "frankstains" scientifici, che pretendono di sostituirsi a Dio, orgogliosi di poter dare o togliere la vita (aborto ed eutanasia) a loro piacere, …senza alcuna remora di carattere etico ne morale.
 
Affidiamo questi piccolini alla Mamma di tutte le mamme, a Colei che sola può tirarci fuori da questi meccanismi perversi, alla SS. Gospa, Regina delle famiglie, ...tanto dall'operato umano, sempre più annebbiato dal fumo sulfureo del nemico infernale, è difficile che ne venga fuori qualcosa di veramente buono ed edificante!
 

© Comeunafonte