ROSARIO. Testamento di Maria

 

 "Il S. Rosario è il testamento di Maria, come l'Eucarestia è il testamento di Gesù" (P. Faber). Quindi deve essere la preghiera prediletta da te e dalla tua famiglia.

Dov'è la tua corona? La corona che fu vista a Lourdes e a Fatima al braccio della Madonna, l'hai tu la corona del S.Rosario?

Nell'Apparizione del Marzo 1858 la Madonna domandò a Bernardetta: "Dov'è la tua corona? La fanciulla aveva una corona in mano e la mostrò alla Madonna. A quel gesto i presenti alzarono le corone. Quanta fede, amore, castità, pace e gioia ci sarebbero nelle famiglie e nel mondo se tutti recitassero la s.corona!

 

Carlo Carretto esclama: "E' il tempo del Rosario amato e recitato come una delle più alte e ispirate preghiere. Se amate il Rosario e non potete trascorrere la giornata senza recitarlo, significa che siete uomini di preghiera. Il S.Rosario è come la mano della Madre sulla vostra culla di bambini; è come l'eco di un'onda che percuote le rive, le rive di Dio: Ave Maria! Ave Maria!"

 

 La scrittrice Raissa Maritain, sposa del grande filosofo cattolico Jacques, nel suo libro "i grandi nemici", così ricorda le visite serali che faceva ad essi Leon Bloy, loro maestro nella fede. "Egli giocava a scacchi o a domino con noi o con le sue figlie.

Poi, sempre, prima di separarci per la notte, recitavamo insieme il Rosario in ginocchio sul pavimento. Che immagine indimenticabile di fede, di umiltà, di grande raccogli­mento, di grande amore ci offriva il nostro padrino! Questi ci ripeteva: Bisogna pregare, tutto il resto è  inutile e stupido. Bisogna pregare!...Non vi è disperazione né tristezza per l'uomo che prega molto"!.

S. Luigi Maria de Montfort scrive: "Quando ho detto l'Ave Maria, io mi sento invincibile e tutto rinvigorito; più non temo il diavolo...Recitate il S.Rosario e, se avete tempo, recitatene tre ogni giorno. Al mo­mento della morte benedirete il giorno e l'ora in cui mi avete creduto; dopo aver seminato tante Ave Maria, nelle benedizioni di Gesù e di Maria, raccoglierete benedizioni eterne nel cielo" (Tratt. della vera devozione).

 

Casella di testo: Pagina iniziale